Visitare l’isola

Un modo divertente di esplorare Antigua è seguire i punti cardinali! Bastano un GPS, una bussola o la nostra cartina a pag 118. Perdersi è difficile ma, se succede, troverete sempre un sorriso e un’indicazione per ritrovare la strada!

O V E S T
Da St. John’s, in direzione dei colorati villaggi di Jennings e Bolans, vi troverete sulla strada costiera a Jolly Harbour. Da qui fino a Johnson’s Point si aprono bellissime vedute di spiagge e lagune, che valgono una sosta e un tuffo nel mare cristallino. In molte delle spiaggie ci sono baretti e ristorantini, alcuni attrezzati. Si prosegue passando per il villaggio di Urlings e si arriva alle pendici delle Shekerley Mountains. Mount Obama (402 m), è la cima più alta e panoramica ed è raggiungibile solo in fuoristrada, su un sentiero che parte alla fine della piantagione di ananas. La strada principale prosegue invece in costa, affacciandosi su Cades Bay e sul sud dell’isola.

S U D
Da Cades Bay la strada si apre su ampi scorci di vegetazione che ricopre le colline, fino al villaggio di Old Road. Da qui rientra e attraversa il punto più fitto di vegetazione pluviale: il Fig Tree Drive, dove la strada è più tortuosa e ombreggiata da alberi del pane, piante di mango, di avocado e banani. Si arriva poi a uno stop dove ci si immette, girando a destra, sulla strada per English Harbour passando per Liberta, il più antico villaggio dell’isola, e per Falmouth. Siete nel territorio dello yachting e della storia. Prendetevi del tempo per visitare i siti storici che includono il Nelson’s Dockyard, a English Harbour, poco lontano sulle alture, Shirley Heights da cui godere di un magnifico panorama su Montserrat e che si estende fino a Guadalupa e Redonda. Per pranzo o per un drink potete fermarvi al Pillars, dentro il Nalson’s Dockyard, locale storico e di unica bellezza.

E S T
Continuando in senso antiorario, il paesaggio cambia: più aperto e con vegetazione secca, quasi africano. Dopo aver costeggiato Willoughby Bay, si passa il villaggio di Bethesda e arrivati alla stazione di benzina, si gira a destra verso Half Moon Bay, la più bella spiaggia di Antigua. Il tragitto è tortuoso, ma i panorami spettacolari. D’obbligo una sosta per un bagno un drink o pranzo presso i simpatici beach bar. Ritornando al benzinaio, svoltando a destra ci si dirige verso Long Bay e Devil’s Bridge, un arco di roccia prodotto dall’erosione delle onde dell’Atlantico. Il panorama della contigua Indian Town Point su Nonsuch Bay è magnifico. Ritornando verso St. John, all’interno, si trova Betty’s Hope, la prima piantagione di canna da zucchero fondata da Christopher Codrington nel 1674 e dedicata alla figlia Betty, dove visitare il mulino restaurato e adibito a museo. Un’altra breve deviazione vi porta al tipico villaggio di pescatori di Parham.

N O R D
Un percorso breve da fare anche in una mattinata è quello che, partendo da St. John’s (anche in taxi) arriva a Runaway Bay e Dickenson Bay. Dopo un tuffo in questo mare incontaminato e turchese, è possibile fare uno spuntino in uno dei ristorantini di Dickenson Bay.

Download pdf

TiGuide Antigua & Barbuda

English and Italian version (9MB)

Deutsch and Francaise version (9MB)